testata_corriere_del_ticino

Cinque stellati Michelin in Ticino

BERNA – Nella Guida Michelin Svizzera 2013 sono elencati per la prima volta cento ristoranti premiati con una o più stelle, tra cui undici nuovi locali. Complessivamente la nuova edizione, in uscita giovedì, contiene due ristoranti con tre stelle – lo «Schauenstein» di Fürstenau (GR) e l’«Hôtel de Ville» di Crissier (VD) -, 18 con due stelle e ottanta con una sola stella.

Tra i locali con due stelle – indica un comunicato – si sono aggiunti lo «Stucki» di Basilea, che in precedenza contava una sola stella, e l’«Ecco on Snow» dell’Hotel Giardino Mountain di St. Moritz/Champfèr (GR), aperto solo d’inverno, incluso per la prima volta nella guida. In primavera lo chef Rolf Fliegauf e il suo team tornano all’«Ecco» dell’Hotel Giardino di Ascona, che pure conta due stelle. Nove ristoranti hanno ottenuto quest’anno una stella: si tratta del «Bel Etage» e del «Matisse» di Basilea, dell’«Auberge de la Croix Blanche» di Villarepos (FR), del «Talvo by Dalsass» di Champfèr (GR), del «Seerestaurant» di Hergiswil (LU), del «Le Petit Manoir» di Morges (VD), del «Le Restaurant» di Vevey (VD), dell’«Heimberg» di Zermatt (VS) e del «Clouds», al 35. piano della Prime Tower di Zurigo. In Ticino, oltre all’«Ecco» con le sue due stelle, vi sono quattro locali con una stella: il «Seven» di Ascona, la «Locanda Orico» di Bellinzona, l’«Arté» di Lugano e la «Conca Bella» di Vacallo.

Si aggiungono 93 locali premiati con un Bib Gourmand, ossia un riconoscimento attribuito laddove sussiste un ottimo rapporto qualità/prezzo. In Ticino sono stati insigniti il «Seven Asia» di Ascona e il «Grotto della Salute» di Massagno.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close